Sopralluogo istituzionale per la Strada Statale Santo Stefano di Camastra-Gela

Grande soddisfazione è stata espressa per il concreto avanzamento delle lavorazioni che consentirà di ultimare l’opera entro la metà del prossimo anno.

 

NICOSIA (EN) – MISTRETTA (ME) – Si è tenuto questa mattina, presso il cantiere Valori S.c.a r.l., della Strada Statale 117 Santo Stefano di Camastra – Gela, un sopralluogo istituzionale.

Presenti a questo evento, l’assessore Regionale alle Infrastrutture Marco Falcone, il sottosegretario alle Infrastrutture Giancarlo Cancelleri, la deputata regionale Elvira Amata, il Dirigente della Struttura Territoriale di Anas in Sicilia Raffaele Celia e il sindaco di Nicosia Luigi Bonelli.

La Strada Statale Santo Stefano di Camastra-Gela è un’opera trentennale che per molto tempo è rimasta ferma. Finalmente oggi, vede davanti a se, un traguardo sempre più vicino: il suo completamento.

L’assessore Falcone ha voluto enfatizzare con parole di ottimismo lo stato attuale dei lavori:

Possiamo affermare che l’epoca dell’abbandono della statale Nord-Sud è ormai alle spalle, abbiamo salvato l’opera dal triste destino di incompiuta.

Inoltre, l’assessore ha sottolineato come in questa fase sia importante il consolidamento dell’opera e il raggiungimento dell’obiettivo principale della consegna entro la prossima estate:

Adesso è il momento di consolidare questo risultato e giungere finalmente al completamento dei lotti di fra Mistretta e Nicosia;

Abbiamo richiesto ad Anas di lavorare per consegnare entro l’estate prossima questo nuovo tratto da circa 10 chilometri della statale 117, destinato ad ammodernare finalmente la viabilità montana fra le province di Enna e Caltanissetta.

Quella che una volta era considerata un’opera inutile, in mezzo al nulla, oggi, invece, è l’esempio concreto del riscatto possibile delle aree interne della Sicilia. 

A tal proposito, anche il Sottosegretario alle infrastrutture Giancarlo Cancelleri ha dichiarato:

Non serve attendere dei miracoli per poter finalmente ridurre il gap infrastrutturale in Sicilia, serve semplicemente quella politica che, a testa bassa, lavora per l’esclusivo interesse dei Cittadini.

Per approfondire:

Leggi il post dell’Assessore Regionale alle infrastrutture Falcone;

Leggi il post del Sottosegretario alle Infrastrutture Cancelleri;

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

120

Imprese consorziate

100

Cantieri attivi

2000

Forza lavoro

600 MLN

Commesse aggiudicate

Dati societari: CCIAA di Roma – REA 1070736, P.IVA e C.F. 08066951008, Capitale Sociale € 2.200.000,00 © Copyright 2021 by Valori S.c.a r.l. Consorzio Stabile. All rights reserved. Privacy Policy